venerdì 18 ottobre 2019

Piazza Affari incerta, giù Pirelli e Fca


MILANO - Regna l'incertezza a Piazza Affari, in linea con gli altri listini europei, che attendono il voto di domani del Parlamento di Londra sul nuovo accordo Brexit: dopo un avvio leggermente positivo, l'indice Ftse Mib nei primi scambi cede lo 0,2%. Giù di oltre due punti percentuali Pirelli, Fca e Leonardo. Tengono le banche con lo spread nei confronti della Germania sempre attorno a quota 130 e l'ottimo avvio in particolare di Bper, che sale del 3%.

Spread: apertura in calo a 128 punti

(Pixabay)
ROMA - Apre in calo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 128 punti contro i 130 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale è pari allo 0,88%.

giovedì 17 ottobre 2019

Piazza Affari chiude in calo, -0,23%


MILANO - Chiude in ribasso la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dello 0,23% a 22.375 punti.

Spread apre stabile a 130 punti

(Pixabay)
ROMA - Apre poco mosso questa mattina lo spread fra Btp e Bund. Nei primi scambi, il differenziale segna 130,7 punti base rispetto ai 131 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è dello 0,90%.

Piazza Affari apre in calo: -0,22%


MILANO - Apre in calo la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in flessione dello 0,22%, a quota 22.379 punti.

mercoledì 16 ottobre 2019

Piazza Affari chiude in rialzo (+0,28%)

MILANO - Chiude in rialzo la Borsa di Milano. Il Ftse Mib guadagna lo 0,28% a 22.428 punti.

Piazza Affari vira in negativo


MILANO - Piazza Affari gira in negativo, in linea con gli altri listini europei. Gli investitori guardano alle trattative del Regno Unito con l'Unione Europea per la brexit. Deboli le banche con Ubi (-0,7%), Unicredit (-0,5%) e Banco Bpm (-0,2%). Segno meno per Tim (-0,8%), alle prese con il cambio del presidente del cda, e Mediaset (-1%), alle prese con le controversie con Vivendi e la nascita della holding olandese. Male anche per Ferragamo (-1,2%), A2a (-1,1%) e Leonardo (-0,9%). Seduta in positivo per Fca (+0,8%) e Amplifon (+0,9%).