lunedì 6 febbraio 2023

Piazza Affari, finale in rialzo con banche e Tim

MILANO - La Borsa di Milano coglie il rialzo nel finale di seduta, a dispetto delle altre Piazze europee. E' il credito a tenere a galla il listino (+0,27% a 27.022 punti) con Intesa Sanpaolo in luce (+2,69%) mentre gli analisti vedono per il 2023 un utile superiore alla guidance a oltre i 6 miliardi.

In rialzo anche Banco Bpm (+2,73%) alla vigilia dei conti e Unicredit +1,58% sempre in scia a utili record lo scorso anno. 

Tra gli altri buon passo per Tim (+3,18%) sull'onda lunga dell'offerta di Kkr e sulla scommessa di una proposta da parte di Cdp. Cali invece per Moncler (-2,2%), St (-2,19%), Saras -4,8%), Fineco (-1,9%).

Spread risale a 189 punti


MILANO - Sale a 189 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, contro i 180 della Grecia, con il rendimento annuo italiano in crescita di 12,7 punti al 4,144% e quello tedesco di 7,3 punti al 2,258%.

Piazza Affari in rosso con Fineco e Moncler

MILANO - La Borsa di Milano amplifica il calo dopo 2 ore di scambi, con l'indice Ftse Mib in calo dello 0,8% a 26.736 punti.

Pesano Fineco (-3,69%) e la galassia Mediaset, con Mfe B (-3,14%) ed Mfe A (-0,81%), oggetto di prese di beneficio dopo i rialzi a seguito dell'avvio della fusione con Mediaset Espana. Non va meglio a Moncler (-2,66%), Saras (-2,73%) ed Stm (-2,77%), oggetto di prese di beneficio insieme al resto del settore in Europa. Tensione anche su Iveco (-2,5%), Saipem (-2,39%), Tenaris (-1,84%) ed un po' meno su Eni (-1%), con il greggio che gira in negativo (Wti -0,2% a 73,26 dollari al barile).

Dimezza il rialzo Tim (+1,73%) mentre prosegue il rimbalzo di Intesa (+1,36%) dopo il calo di venerdì scorso con la presentazione dei conti e delle stime. Acquisti su Banco Bpm (+0,78%), che diffonde i conti domani a Borsa chiusa, mentre Bper (-0,71%) lo farà mercoledì.

venerdì 3 febbraio 2023

Piazza Affari chiude in ribasso: -0,55%

MILANO - Piazza Affari chiude in territorio negativo. L'indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,55% a 26.950 punti.

Spread apre in lieve rialzo a 184 punti

Pixabay
MILANO - Lo spread apre in leggero rialzo a 184 punti (ieri 182) dopo la forte discesa di ieri dei rendimenti dei titoli di Stato europei sulla speranza di un prossimo allentamento della stretta monetaria da parte della Bce. In crescita al 3,93% il tasso sul prodotto del Tesoro.

Piazza Affari in calo con Moncler e Tim

MILANO - Avvio fiacco per la Borsa di Milano e delle principali Borse dell'area euro: l'indice Ftse Mib a Milano cede lo 0,4% con Francoforte in calo dello 0,7%, mentre Londra è piatta.

Nel listino principale bene Pirelli e Unicredit, che salgono rispettivamente dell'1,8% e dell'1,2%.

Intesa è positiva dello 0,8% nel giorno dei conti, mentre Tim scende dello 0,6% dopo la corsa di ieri sull'offerta di Kkr per la rete. In calo dell'1,9% Moncler.

giovedì 2 febbraio 2023

Piazza Affari chiude in rialzo con Tim, Amplifon e Ferrari

Toby_Parsons/Pixabay
MILANO - Piazza Affari in grande spolvero si riporta sui massimi da un anno, sospinta dall'appetito al rischio degli investitori, che scommettono sull'avvicinarsi della fine del ciclo rialzista della Bce.

Il Ftse Mib chiude in rialzo dell'1,49% spinto dagli acquisti su Tim (+9,5%), in scia all'offerta di kkr sulla rete, dal rimbalzo di Amplifon (+7,8%), che scatta in una seduta positiva per tutto il comparto medicale, e dal rally Ferrari (+7,3%), alimentato da una trimestrale sopra le attese.

In luce anche per Nexi (+6%), Interpump (+5,6%), Stellantis (+5%) e Poste (+3,8%). Fiacche le banche, che tirano il fiato dopo i forti rialzi delle ultime settimane, in scia a una Bce che è parsa meno aggressiva sui tassi, con Bper (-2,8%) e Banco Bpm (-1,7%) in testa ai ribassi. Ko Cnh (-7,5%), venduta nel giorno della trimestrale all'indomani del ritocco dei suoi massimi storici, deboli anche i petroliferi con Tenaris (-3,5%) e Saipem (-2,1%).