venerdì 19 luglio 2024

Calano le borse europee all'indomani della BCE: Milano in ribasso del 0,75%

MILANO - Le borse europee sono in calo all'indomani della decisione della Banca Centrale Europea (BCE) di mantenere i tassi d'interesse invariati, come ampiamente previsto. Gli investitori ora scommettono su un possibile taglio dei tassi a partire da settembre, contribuendo alla volatilità dei mercati.

A Milano, l'indice Ftse Mib registra una flessione del 0,75%, con il calcolo dell'indice ritardato che ha ulteriormente influenzato il mercato. Tra i titoli più colpiti c'è Nexi, che ha subito una perdita del 1,87%, scendendo a 5,77 euro. Questo calo è attribuito alla vendita di una quota da parte di Unicredit, che ha portato Nexi vicino al prezzo di collocamento.

La performance peggiore è stata quella di Interpump, che ha registrato una flessione del 1,46%. Anche Hera e Stellantis hanno chiuso in ribasso, con perdite rispettivamente del 1,65% e del 1,56%.

Tra i pochi titoli in positivo, Leonardo si distingue con un guadagno del 0,97%, dimostrando una relativa resistenza in un contesto di mercato generalmente negativo.

Un caso particolare riguarda Piovan, il cui titolo non ha fatto prezzo in seguito all'annuncio dell'offerta pubblica di acquisto (OPA) da parte di Investindustrial a 14 euro per azione, creando attesa e incertezza tra gli investitori.

giovedì 18 luglio 2024

Piazza Affari chiude in calo: -0,43%

MILANO - La Borsa di Milano chiude in calo. L'indice Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in progresso dello 0,43%, a 34.529 punti.

Spread Btp-Bund apre stabile a 128 punti

MILANO - Lo spread tra Btp e Bund si mantiene stabile a 128 punti base, indicando una calma nei mercati obbligazionari. L'euro si mantiene stabile contro il dollaro, scambiato a quota 1,09.

Piazza Affari: apertura in lieve crescita, Ftse Mib a +0,1%


MILANO - I primi scambi di oggi a Piazza Affari mostrano un andamento dei listini attorno alla parità. L'indice principale Ftse Mib segna una crescita dello 0,1%, riflettendo un clima di incertezza sui mercati.

Titoli in Evidenza

Eni e Iveco sono tra i protagonisti della giornata, con quest'ultima che registra un aumento dell'1,2%. Anche Stellantis si distingue, guadagnando un punto percentuale. Altri titoli in positivo includono A2A e Saipem, entrambe con un rialzo dello 0,8%.

Settori in Calo

Tra i titoli principali, Tim rimane invariata, mentre Stm subisce una flessione dello 0,9%, penalizzata dalla debolezza internazionale del settore dei chip.

Indicatori Macroeconomici

Lo spread tra Btp e Bund si mantiene stabile a 128 punti base, indicando una calma nei mercati obbligazionari. L'euro si mantiene stabile contro il dollaro, scambiato a quota 1,09.

mercoledì 17 luglio 2024

Borsa di Milano chiude piatta alla vigilia della riunione della BCE

MILANO - La Borsa di Milano ha chiuso la giornata in lieve rialzo, con l'indice Ftse Mib che ha segnato un +0,03% alla vigilia della riunione della Banca Centrale Europea (BCE), dalla quale non sono attese sorprese significative.

I titoli in evidenza

Tra i titoli che hanno brillato spicca A2a, che ha registrato un incremento del 3,2%, distanziando nettamente Recordati (+1,27%) e Stellantis (+0,90%).

In fondo al listino principale, invece, troviamo Leonardo (-2,31%), Iveco (-1,96%) e Brunello Cucinelli (-1,74%).

Settore dei semiconduttori sotto pressione

Il settore dei semiconduttori ha vissuto una giornata difficile, influenzato dalle dichiarazioni dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump su Taiwan e dalle ipotesi di una stretta dell'amministrazione Biden sui chip in Cina. Nonostante queste pressioni, Stm è riuscita a contenere le perdite, chiudendo a -0,56%.

Rally di Unieuro

Fuori dal gruppo dei 40 big di Piazza Affari, Unieuro ha fatto segnare un impressionante balzo del 40,78%, raggiungendo quota 11,34 euro, avvicinandosi al valore di 12 euro fissato dall'opa di Fnac-Darty.

Fnac-Darty e il mercato francese

Intanto, la società francese Fnac-Darty, che ha come maggior azionista il miliardario ceco Daniel Kretinsky, ha perso l'1,5% a 30,2 euro alla Borsa di Parigi.

Spread Btp-Bund in ribasso

MILANO - Lo spread tra Btp e Bund riparte da 127 punti e poi scende a 126,9 punti. Il rendimento del decennale italiano è stabile al 3,69% e quello tedesco si porta al 2,42 per cento.

Borsa di Milano: apertura in calo

MILANO - La seduta della Borsa di Milano si apre in calo, con l'indice Ftse Mib che segna una flessione dello 0,11%, attestandosi a quota 34.332 punti. Questo andamento è influenzato dalle prese di profitto su alcune delle principali società quotate.

Titoli in Ribasso

Tra i titoli più penalizzati troviamo Finecobank e Azimut, che registrano rispettivamente un calo dello 0,9% e dell'1%. In fondo al listino, Iveco scende del 3%, mentre Stellantis perde lo 0,97%.

Titoli in Rialzo

Nonostante il calo generale, alcuni titoli riescono a tenere il passo positivo. Tim guadagna lo 0,7%, ed Eni sale dello 0,5%, dimostrando una certa resilienza in un contesto di mercato complessivamente negativo.

Andamento di Mfe

Fuori dal listino principale, le azioni di tipo A di Mfe mostrano una certa volatilità. Dopo un'apertura in calo, il titolo oscilla brevemente in rialzo per poi assestarsi in calo dello 0,2%. Questo comportamento evidenzia un mercato incerto e prudente nei confronti delle prospettive future.