venerdì 20 gennaio 2017

Fs, Mazzoncini: entro gennaio adviser, a settembre newco

PISTOIA (Reuters) - Entro la fine del mese Ferrovie dello Stato selezionerà l'adviser finanziario per la quotazione in borsa, che scatterà a fine 2017, mentre entro settembre sarà costituita la newco, ha detto oggi l'AD della società, Renato Mazzoncini.

"Stiamo selezionando l'adviser finanziario e contiamo di farlo entro gennaio. Poi entro settembre costituiremo la newco quotanda per arrivare alla quotazione negli ultimi mesi dell'anno", ha detto Mazzoncini oggi a Pistoia, a margine della presentazione del nuovo treno pendolari con cui Hitachi (T:6501) Rail Italy ha vinto la gara bandita da Trenitalia.

A chi chiedeva se Fs abbia nel mirino altre acquisizioni su mercati internazionali, Mazzoncini ha risposto ricordando le due recenti operazioni in Gran Bretagna e Grecia e ha aggiunto: "Abbiamo un programma di crescita internazionale da 1,4 miliardi nei prossimi anni. Non ci fermiamo. Ad esempio, siamo in gara per l'acquisto di un'azienda di trasporto su gomma in Olanda". 

Borsa Tokyo chiude in lieve rialzo, focus su Trump

(ANSA/AP)
TOKYO (Reuters) - La borsa giapponese chiude in lieve rialzo il giorno in cui Donald Trump si insedia come nuovo presidente degli Stati Uniti.

Gli operatori aspettano le prime indicazioni di politica economica che arriveranno dagli Stati Uniti e puntano a capire soprattutto come Trump intenda bilanciare le misure protezionistiche con gli interventi di sostegno alla congiuntura.

L'indice Nikkei è salito dello 0,34% a 19.137,91 punti, mentre il Topix ha guadagnato lo 0,35% a 1.533,46 punti.

Tra i titoli in evidenza, la società specializzata nel riciclo di rifiuti Takeei è balzata fino al 6,3% dopo aver annunciato il buyback di 500.000 azioni, che rappresentano una quota del 2,09%.

Toshiba ha perso il 6% salvo poi cambiare direzione e chiudere in rialzo di quasi il 2% tra scambi volatili. Secondo fonti vicine alla situazione starebbe preparandosi a cedere una partecipazione di minoranza nel business strategico dei semiconduttori. La società ha perso quasi il 50% del valore da quando a dicembre ha annunciato la prospettiva di svalutazioni sulle attività nucleari in Usa.

giovedì 19 gennaio 2017

Bce lascia i tassi invariati

La Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi d'interesse: il tasso principale rimane fermo al minimo storico dello 0,00%, quello sui depositi bancari a -0,40% e quello di rifinanziamento marginale a 0,25%. Lo comunica la Bce.

La Banca centrale europea ha confermato che gli acquisti del piano di Qe procederà al ritmo di 80 miliardi mensili fino a marzo, per poi calare a 60 miliardi da aprile fino a dicembre 2017. L'istituto centrale ha precisato in una nota che il programma di acquisti di titoli potrà essere ampliato in termini di dimensione e durata se le prospettive dovessero peggiorare e che comunque il Qe andrà avanti finchè l'inflazione non marcerà verso il target vicino al 2%.

"Le condizioni dei prestiti per famiglie e imprese continuano a beneficiare" delle misure varate dalla Bce, ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al termine del consiglio direttivo. "I rischi alla crescita dell'eurozona - ha evidenziato - sono orientati "verso il ribasso a causa di fattori globali".

Per Draghi vi sono segnali "di una certa ripresa a livello mondiale".

"L'inflazione - ha evidenziato Draghi - è aumentata di recente soprattutto per la crescita dei prezzi energetici e si prevede che aumenterà ancora nel breve termine, ma le pressioni sull'inflazione di fondo restano modeste e non si prevede "una tendenza al rialzo convincente".

Borsa: Piazza Affari chiude in rialzo a +0,69%

MILANO - La Borsa di Milano chiude la seduta in rialzo. L'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,69% a 19.490 punti.

Nuovo Btp 15 anni, tecnici Mef: a investitori Usa allocato circa 11%

MILANO (Reuters) - Il nuovo Btp a 15 anni lanciato ieri dal Tesoro via sindacato è stato allocato ad investitori basati negli Stati Uniti per una quota pari a circa l'11% dell'importo emesso.
Lo riferiscono a Reuters i tecnici del Mef.

Ieri un lead manager coinvolto nel collocamento del nuovo titolo di Stato aveva detto a Reuters che la quota degli investitori Usa era pari a circa il 30%.

Il nuovo 15 anni settembre 2033, cedola 2,45%, è stato assegnato ieri per la cifra complessiva di 6 miliardi di euro.

I dettagli sull'esito del collocamento saranno resi noti nella giornata di oggi dal Mef in un comunicato.

Secondo il lead manager sentito da Reuters, il nuovo Btp è stato collocato per circa il 60-65% presso investitori esteri e per la restante quota presso soggetti italiani.

Borse Asia-Pacifico cedono terreno, focus su rialzo tassi in Usa

19 gennaio (Reuters) - L'azionario asiatico cede terreno mentre il dollaro avanza dopo che la Federal Reserve ieri ha alimentato le aspettative di rialzi dei tassi di interesse negli Stati Uniti.

In generale continua a prevalere la cautela in vista di venerdì, giorno dell'insediamento di Donald Trump, e molti operatori preferiscono chiudere le posizioni incassando i guadagni maturati.

Riflettori puntati ovviamente anche sul consiglio di politica monetaria della Banca centrale europea, da cui non sono attese novità dopo le decisione di prolungare il Qe di 9 mesi fino a fine 2017, riducendo di un quarto gli acquisti mensili a partire da aprile.

L'indice regionale MSCI cede 0,3 punti percentuali mentre TOKYO ha chiuso in rialzo di quasi un punto pieno.

HONG KONG perde lo 0,4% con i titoli energetici che guidano i ribassi (-1,3%). SHANGHAI, meno esposta alla volatilità globale, è poco mossa.

TAIPEI perde lo 0,3%. I titoli finanziari lasciano sul campo quasi mezzo punto percentuale.

In controtendenza SYDNEY (+0,2%), dove CSL arriva a guadagnare il 12% dopo aver alzato le stime sugli utili.

mercoledì 18 gennaio 2017

Borsa, Piazza Affari chiude in rialzo +0,3%

MILANO - Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib ha guadagnato a fine seduta lo 0,32% a 19.358 punti.