venerdì 18 maggio 2018

Piazza Affari in calo in prime battute, deboli le banche

MILANO (Reuters) - Piazza Affari è in moderato calo nelle prime battute, in sintonia con le altre borse europee.

Intorno alle 9,25 l'indice FTSE Mib cede lo 0,26%, mentre il paneuropeo STOXX 600 segna -0,32%.

** Tonica PIRELLI (+0,87%), spinta anche dal miglioramento di target price da parte di Deutsche Bank a 7,4 euro da 6,7 euro, con rating 'hold'.

** Prese di profitto su RECORDATI (-1,7%), dopo che ieri era balzata sull'interesse di Cvc Capital Partners per acquistare la società.

** TELECOM ITALIA cede l'1% circa. Ieri il Ceo Amos Genish ha ufficializzato l'archiviazione di buona parte del piano originario del fondo Elliott: non ci sarà la cessione della controllata delle torri Inwit, intende mantenere il controllo della rete fissa e, per quanto riguarda la cedola, le risorse saranno utilizzate primariamente per gli investimenti. Berenberg ha tagliato il titolo a 'sell' da 'hold' e il target price a 0,66 da 0,71 euro.

** Debole il comparto bancario, con l'indice delle banche italiane che lascia sul terreno lo 0,54%.

** MPS (-2,84%) aggiunge altre perdite a quelle registrate ieri dopo che l'economista della Lega Claudio Borghi ha detto che il contratto tra M5s e Lega per il nuovo governo prevede che lo Stato non esca dal capitale della Banca Mps.

** ENEL cede lo 0,44%. Goldman Sachs ha rimosso il titolo dalla 'conviction list' sulla scia delle nuove politiche energetiche che Lega e 5 Stelle sembra vogliano perseguire.

** Positiva CNH INDUSTRIAL (+1,5%), seguita a breve distanza da EXOR.

0 commenti:

Posta un commento