mercoledì 21 novembre 2018

Ue boccia la manovra, al via procedura d'infrazione. Salvini: "Ci lascino lavorare"

(Afp)
BRUXELLES - La Commissione Ue ha definitivamente rigettato il documento programmatico di bilancio del governo italiano per il 2019. L'esecutivo comunitario ha anche adottato il rapporto sul debito, aprendo così la strada a una procedura per deficit eccessivo nelle prossime settimane.

La Commissione è giunta alla conclusione che "l'apertura di una procedura per deficit eccessivo basata sul deficit è giustificata". A confermarlo il vicepresidente responsabile per l'Euro, Valdis Dombrovskis, durante una conferenza. "Abbiamo riesaminato il rispetto dell'Italia degli obblighi sulla riduzione del debito e l'analisi di oggi, il nostro rapporto articolo 126.3, suggerisce che il criterio del debito dovrebbe essere considerato come non rispettato", ha spiegato Dombrovskis.

"Oggi confermiamo la nostra valutazione che il documento programmatico di bilancio è in violazione particolarmente grave rispetto alle raccomandazioni" indirizzate all'Italia, ha aggiunto Dombrovskis.

"Sempre convinti della nostra manovra e della solidita' del nostro impianto economico". Cosi' il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti dopo la bocciatura della Commissione Ue alla manovra.

"Risponderemo spiegando nel dettaglio le riforme, contiamo sul fatto che ci lascino lavorare". Così Matteo Salvini dopo la bocciatura Ue della manovra. "Mi sembrerebbe irrispettoso che arrivino sanzioni per una manovra di crescita. Tra un anno ne parliamo, ma no a pregiudizi. Noi nella manovra ci crediamo, non vado a sindacare nelle manovre degli altri Paesi", dice il vicepremier.

0 commenti:

Posta un commento