lunedì 25 aprile 2016

Mercato debole, vittoria estrema destra Austria favorisce cautela

MILANO (Reuters) - Restano complessivamente cauti i Btp, nonostante un lieve recupero dai minimi della mattinata, in un mercato che sconta la notizia del successo del candidato di estrema destra al primo turno delle elezioni presidenziali austriache. Anti immigrazione e anti Europa, Norbert Hofer ha raccolto il 36,4% dei voti e sfiderà al ballottaggio del 22 maggio Alexander van der Bellen, indipendente ed ex Verde, che ha ottenuto il 20,4%.

** In una seduta dai volumi "bassini ma non bassissimi" sul mercato italiano per la festività del 25 aprile, il tasso decennale continua a testare area 1,50%, con un picco stamane a 1,52%, ovvero ai massimi da fine febbraio; con carta tedesca in lieve rialzo, lo spread Btp/Bund ha allargato fino a 130 punti base.

** Il risultato elettorale in Austria "ha creato avversione al rischio e ha provato a spingere verso il basso il Btp, soprattutto sul 10 anni mentre il breve rimane praticamente fermo" spiega un trader milanese. "Al mercato non piacciono mai questi segnali così evidenti di sentimenti anti europei". ** A metà seduta l'inclinazione della curva italiana resta comunque invariata sul tratto 2-10 anni rispetto alla chiusura di venerdì, mentre appare in leggero appiattimento sul 10-30. In controtendenza, in marginale rialzo, si muove la scadenza 5 anni.

** L'Ecofin dell'ultimo fine settimana ha di fatto bocciato la proposta, ispirata dalla Germania, di porre un limite all'esposizione delle banche ai titoli di debito sovrani: "questo pericolo si è allontano, probabilmente per un po' non se ne riparlerà e questa è una notizia positiva per i Btp" prosegue il trader.

0 commenti:

Posta un commento