sabato 30 giugno 2018

Imprese: Cgia, lunedi 'ingorgo' fiscale da 19 miliardi

ROMA - Scade lunedì 2 luglio il fatidico "ingorgo fiscale" di inizio estate da 19 miliardi. A renderlo noto l'ufficio studi della Cgia, ricordando che la scadenza, fissata per oggi, è slittata essendo un giorno prefestivo: gli imprenditori avranno 2 giorni di tempo in più per recuperare la liquidità necessaria per onorare le richieste del fisco.

L’Ufficio studi della CGIA segnala che tra il versamento del saldo 2017 e il primo acconto di quest’anno, le imprese saranno chiamate a pagare l’Ires (Imposta sui redditi delle società di capitali), mentre i lavoratori autonomi e gli altri percettori di reddito dovranno versare l’Irpef e le addizionali regionali e comunali Irpef.

Inoltre, tutti gli imprenditori saranno chiamati a versare il saldo dell’anno scorso e l’acconto di quest’anno dell’Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) e l’iscrizione per l’anno 2018 alle Camere di Commercio. Pertanto, nelle casse pubbliche è previsto un gettito complessivo pari a 19,2 miliardi di euro.

0 commenti:

Posta un commento