lunedì 14 novembre 2016

Borsa Milano gira in negativo a fine mattina con Eni, piatta UniCredit

MILANO (Reuters) - Piazza Affari perde slancio e gira in negativo a fine mattina a causa della debolezza di Eni e dei bancari che a inizio seduta avevano sostenuto i listini.

** Poco dopo le 12 l'indice FTSE MIb cede lo 0,55%, mentre l'Allshare lo 0,52%. Sotto i massimi della mattinata ma positive le borse europee: Londra guadagna lo 0,72%, Parigi lo 0,59%, Francoforte lo 0,45%. Volumi scambiati per un controvalore di 1,1 miliardi di euro.
** ENI cede l'1,99% amplificando la debolezza del settore energia in Europa e l'andamento del Brent.
** UNICREDIT è piatta dopo che in mattinata ha vissuto una fiammata al rialzo fino a +5,6% sulle scia di voci di mercato di una fusione con SocGen. Entrambe le banche coinvolte non hanno commentato. Volumi nella norma.
** MONTEPASCHI (+1,83%) tiene il rialzo galvanizzata dalle voci sui sondaggi in Asia per trovare l'anchor investor.
** Deboli gli altri bancari con l'indice di settore che cede lo 0,55% contro il +1,11% di quello europeo.
** EXOR balza del 2,58% sulla scia della promozione di Kepler Cheuvreux che ha alzato il target price a 37,1 euro da 33,4. FCA è vittima di prese di beneficio e cede il 3,01%.

0 commenti:

Posta un commento