venerdì 8 luglio 2016

Mps, partenza sprint a +3,5% dopo cda sulle sofferenze

Investing.com – Titolo Banca Monte dei Paschi di Siena SpA ancora sulle montagne russe e dopo la chiusura negativa di ieri, questa mattina apre in salita toccando un 3,5%.

Argomento al centro dell’attenzione della banca toscana riguarda i 10 miliardi di crediti in sofferenza che la Banca centrale Europea ha chiesto di smaltire entro il 2018.

Nella giornata di ieri si è svolto il cda tutto incentrato sulle operazioni da svolgere per soddisfare le richieste che vengono dall’istituto europeo e che la dirigenza Mps ha deciso di soddisfare in tempi rapidi con una “soluzione definitiva e strutturale”, secondo quanto affermato dal Ceo Fabrizio Viola.

L’accelerazione, dunque, riguarda un piano che prevede un insieme di operazioni che vedranno la vendita della piattaforma utilizzata per gestire questi crediti deteriorati tramite una gara già in corso che vede protagonista Mediobanca, nuove cessioni e cartolarizzazioni che prevedono la discesa in campo del fondo Atlante.

Punto importante riguarda i tempi, che da Siena assicurano si possa passare dalla scadenza 2018 imposta dalla Bce a “poche settimane”.

0 commenti:

Posta un commento