mercoledì 25 novembre 2015

Nel 2015 eBay traina l’export italiano

MILANO – Oltre 2 milioni di oggetti esportati in ben 214 paesi nel mondo nei primi nove mesi del 2015, con una crescita del 36% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo rende noto eBay illustrando le statistiche relative ai venditori professionali italiani attivi sul marketplace più dinamico al mondo: ben il 67% di loro quest’anno ha esportato i propri prodotti in tutto il mondo.

Germania, Francia e Regno Unito sono le destinazioni principali dell’export italiano per numero di prodotti venduti. Seguono Stati Uniti, Spagna e Svizzera, mentre gli utenti che mediamente spendono di più per acquistare prodotti italiani provengono da Paesi ben più lontani, tra cui: Cina (163$ per oggetto), Arabia Saudita (132$), Corea (124$), Hong Kong e Taiwan (102$).

In vista del Natale, inoltre, si vende di più: durante la stagione natalizia 2014, infatti, i venditori professionali italiani hanno esportato oltre 690 mila prodotti con un prezzo medio di 73$.

“Nel mondo c’è una grande voglia di italianità e l’export rappresenta un’opportunità irrinunciabile per le piccole e medie imprese italiane, soprattutto nel commercio elettronico: basti pensare che la crescita delle vendite all’estero su eBay nei primi nove mesi del 2015, +36% rispetto all’anno precedente, è di gran lunga superiore a quella registrata, per lo stesso periodo, dall’Istat nell’ultima rilevazione sulle esportazioni italiane (+2%)[1]. Questo vale soprattutto durante la stagione natalizia: infatti, proprio a novembre prevediamo il picco dell’export su eBay. Nel 2015, inoltre, emerge un altro trend di crescita: il prezzo medio registrato nei primi nove mesi dell’anno è stato di 69 dollari, più di quello dell’anno scorso - commenta Claudio Raimondi, General Manager di eBay in Italia – La nostra priorità continua a essere fornire supporto alle PMI italiane, attraverso una vetrina internazionale e tutti gli strumenti necessari a competere in un mercato globale”.

Tra le categorie trainanti nell’export su eBay ci sono Moda, Ricambi e Accessori per auto e moto, Elettronica di Consumo, Casa, Arredamento e Giardino e Collezionismo.

A confermare le potenzialità del marketplace, sono gli stessi venditori che esportano in ogni parte del mondo grazie a eBay:

“eBay è l’unico canale che usiamo per l’export, che rappresenta il 50% della nostra attività. Riceviamo molte richieste da Australia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti e Emirati Arabi per i marchi italiani firmati o comunque per quei prodotti che rappresentano l’essenza del Made in Italy. La curiosità di vedere dove arriveranno i miei prodotti mi spinge spesso a guardare su internet e ammirare le case nel mondo che accoglieranno le mie biancherie” racconta Paolo Benasciutti, proprietario di Benasciutti Casa, negozio di oggetti per la casa di Ferrara.

“Grazie a eBay vendiamo prodotti da collezione e Made in Italy in tutto il mondo, riuscendo a esportare anche in paesi che sarebbe impensabile raggiungere diversamente, come Sri Lanka, Nuova Zelanda e Nord Corea” spiegaLuisa Scardicchio, titolare di Casa del Rasoio, negozio altamente specializzato in articoli per fumatori e rasatura tradizionale fondato nel 1964 a Bari e sbarcato su eBay nel 2010.

“Attualmente vendo i miei prodotti in tutto il mondo, soprattutto in Australia, Germania, Stati Uniti e Regno Unito. Il 70% del nostro export viene realizzato tramite il negozio eBay e abbiamo in programma di focalizzarci ancora di più sui marchi Made in Italy per puntare maggiormente su mercati come Russia e Cina” racconta Mario Calabrese, proprietario di Footloover, negozio di scarpe della provincia di Matera fondato nel 1953 e sbarcato su eBay nel 2004.

0 commenti:

Posta un commento