mercoledì 4 aprile 2018

Bonus casa: le agevolazioni fiscali 2018

BARI - Non tutti conoscono che sono previste alcune agevolazioni fiscali per coloro che effettuano interventi di manutenzione straordinaria / ristrutturazione in appartamenti o interi stabili. L'Avv. Del Buono ci illustra le caratteristiche principali delle varie tipologie di bonus fiscali.

La legge di Bilancio 2018 ha confermato anche per quest'anno le agevolazioni fiscali per coloro che effettuano interventi di ristrutturazione nel proprio appartamento, e per i condominii, aggiungendo nuove agevolazioni per diversi interventi.

Il contribuente che effettua questi lavori potrà cosi detrarre nella propria dichiarazione dei redditi una percentuale dell'importo dei lavori effettuati, suddivisa in 5 o 10 anni (a secondo della tipologia di agevolazione), versando così una minore imposta.

Vediamo nel dettaglio quali sono le agevolazioni previste per il 2018:

ECOBONUS - agevolazione per interventi finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica degli immobili, quali installazione di impianti che riducano il fabbisogno energetico dell'edificio, installazione di pannelli solari, sostituzione di impianti di riscaldamento invernale, interventi di miglioramento dell'efficienza termica (sostituzione di infissi, pavimenti, opere di coibentazione).
La detrazione è pari al 65% delle spese sostenute, esclusi gli interventi per finestre ed infissi, l'installazione di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A, ed impianti di riscaldamento con generatori alimentati a biomasse: in questi casi la detrazione è del 50%.
Per i condominii invece invece se l'intervento riguarda almeno il 25% della superficie dell'edificio la percentuale sale al 70% , e nel caso di miglioramento della prestazione energetica sia estiva che invernale la detrazione sale al 75%.
Se agli interventi per il miglioramento energetico si affiancano quelli per la riduzione del rischio sismico la detrazione sale all'80% se l'intervento comporta il passaggio di una classe sismica, all'85% se il passaggio è di due classi.

AGEVOLAZIONE PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE - prevista una agevolazione anche per tutti coloro che eseguano lavori di ristrutturazione di immobile, sia un appartamento che un condominio, con una detrazione massima del 50% su una spesa massima di euro 96.000. Se l'immobile è adibito ad uso promiscuo l'agevolazione è dimezzata.

SISMABONUS - nuova agevolazione, per i contribuenti che effettuano lavori per l'adozione di misure sismiche, siano essi persone fisiche che imprese. La detrazione base è pari al 50% delle spese sostenute, da calcolare su una spesa di 96.000 euro per ogni unità immobiliare, percentuale che cresce al 70% o all'80% se all'intervento consegue il passaggio rispettivamente ad una o due classi di rischio sismico inferiori (80% ed 85% per i condominii).

BONUS VERDE - novità di quest'anno, prevede una detrazione massima di euro 1800 (36% di 5000 euro, soglia massima per gli interventi) per unità immobiliare per lavori di sistemazione a verde di aree scoperte, realizzazione coperture a verde e giardini pensili, impianti di irrigazione e pozzi.

BONUS MOBILI - agevolazione per l'acauisto di mobili e grandi elettrodomestici (classe A e A+) per immobili soggetti a ristrutturazione a partire dal 1 gennaio 2017. La detrazione è pari al 50% della spesa, calcolata su un importo massimo di euro 10.000 per ogni singola unità immobiliare.

AGEVOLAZIONE PER ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE - il contribuente che effettua lavori per l'eliminazione di barriere architettoniche può usufruire di una detrazione del 50% su una spesa massima di 96.000 euro. Tra gli interventi per i quali è riconosciuta l'agevolazione vi sono l'installazione di ascensori e montacarichi, anche esterni all'abitazione, la sostituzione di gradini con rampe ed in generale tutti gli strumenti che facilitano la mobilità di persone portatrici di gravi handicap. L'agevolazione, fruibile in 10 rate annuali, non può concorrere con la detrazione del 19% riconosciuta per l'acquisto di mezzi per la mobilità di persone portatrici di handicap.

Avv. Francesco Saverio Del Buono

0 commenti:

Posta un commento