mercoledì 10 febbraio 2016

Tassi di interesse, previsione

Stati Uniti
probabilità del secondo rialzo dei tassi pari a ZERO.
L’impressione generale è che la Fed sarà molto cauta almeno sino a giugno. Pertanto sia a marzo che ad aprile non dovrebbero esserci modifiche ai tassi.
Quindi, conseguenza ovvia:
-governativi Usa nuovamente in forte rialzo
-compressione del differenziale di rendimento contro Bund
-Euro che si rafforza contro USD. 

Europa
BCE, attesissima nel meeting di Marzo dove Draghi ha promesso interventi importanti. Facile prevedere: 
-un taglio di 20 punti base sul tasso sui depositi, portandolo così al -0,5%, e 
-possibile ma NON scontato un aumento dell’ammontare di acquisti mensili tramite il QE a €70 miliardi, con 
-l’aggiunta di prolungamenti della durata del Quantitative Easing fino a metà 2017, più 
-altri TLTRO nel secondo semestre 2016.
Insomma, sostegno incondizionato.

0 commenti:

Posta un commento