martedì 19 gennaio 2016

Borsa: Milano negativa, stop per sei banche

Milano riparte (+1,5%) dietro i listini europei con un occhio alle trimestrali delle banche Usa e grazie al rimbalzo del greggio. A Milano tornano gli acquisti sugli istituti 'graziati' dalle verifiche della Bce sul portafoglio di crediti deteriorati come Intesa (+2,7%) e Mediobanca (+2%) mentre soffrono quelle sulle quali la vigilanza europea ha acceso in faro, per quanto l'Eurotower abbia chiarito che si tratta di richieste standard. E' senza fine la caduta di Mps (-6%), malgrado il divieto di vendite allo scoperto, mentre Carige cede ora l'8,1%. Sprofonda poi il Banco (-7,6%) con Bper (-5,5%) e Unicredit (-3,3%), invariata Bpm. Fuori dal gruppo, male poi Ubi (-1,8%). L'altra metà del listino intanto è in volata, guidata da Ferrari (+4,7%), Telecom (+4,2%) ed Eni (+3%).

Petrolio: quotazioni tornano sopra i 30 dollari - Le quotazioni del petrolio tornano sopra i 30 dollari al barile con il Wti in rialzo fino a 30,20 dollari e il Brent che viaggia sui 30,15 dollari.

0 commenti:

Posta un commento