giovedì 14 dicembre 2017

Draghi, Quantitative easing ridotto a 30 mld mese gennaio-settembre

ROMA - Il Qe continuerà al ritmo ridotto di 30 miliardi di titoli acquistati al mese da gennaio a settembre 2018, o anche oltre se necessario. A dichiararlo il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi.
   
"Condizioni finanziarie molto favorevoli sono ancora necessarie" per l'inflazione. La Bce ha mantenuto la sua stima sull'inflazione dell'Eurozona a 1,5% per il 2017 e per il 2019, alzando quella per il 2018 a 1,4% da 1,2%. "Un notevole stimolo monetario è ancora necessario per sostenere l'inflazione nel medio termine", ha sottolineato Draghi.
   

0 commenti:

Posta un commento